Venerdì, 11 Gennaio 2019 18:00

Su "Uccidi Paul Breitner" di Luca Pisapia

Un contributo sul libro "Uccidi Paul Breitner" di Luca Pisapia (Edizioni Alegre), scritto da Daniele Poma, portiere del calcio a 11 maschile dell'Atletico San Lorenzo. Lo presenteremo all'interno della rassegna "Clamoroso al Cinema" mercoledì 16 gennaio presso il Nuovo Cinema Palazzo.

 

Espungi dal calcio la sua narrazione tossica, consolatoria e romantica, riempila di contenuti...

... partigiani, criptoeconomici, distopici. Storicizza i contesti, scrivi bene, scrivi su più piani, scrivi per raccontare qualcosa che rimane, scrivi per elettrizzare il tuo lettore, fallo parteggiare sempre, costringilo a non omettere niente, politicizza la visione, passa dalla Banda Baader-Meinhof al fantasma di Martin Bormann, immagina sangue e dollari che rotolano su una cattedrale del deserto brasiliano di recente fabbricazione, immagina quel Paul Breitner morto.Proprio lui.

Poi immagina ancora una volta Michele Moretti vivo.

Fatti un idea di cosa fu l’Operazione Condor, immagina Licio Gelli e Videla.Infine pensa a Cantona, e chiediti chi era Allodi.

Terrorizzato dall’idea d trovarmi dentro ad un altro libro di storytelling, ne esco frastornato, deliziato.Un libro possente, a tratti canto epico, che parla di calcio ma racconta altro, segue un filo narrativo emozionante che tiene dentro il lettore, un lettore che si spera esigente e curioso.

Si scaglia contro quell’immaginario “bomberistico e nostalgico” e invita noi a riflettere...

... a fungere da detonatore della contraddizione, noi che respiriamo, che viviamo e scriviamo di calcio, evitare la pacificazione in seno al calcio è il suo auspicio.

Il calcio nasce già moderno” nasce a “immagine e somiglianza del capitale”. Capitale, consumo, fascismo.

Questa verità che a questo punto diventa inoppugnabile, contiene dentro i germi della propria distruzione, allora se questo è un sistema innato e immutabile, è giusto raccontare le storie mescolando verità e verosimile giungere ad invertire i gangli di un meccanismo marcescente.

Allora sei incredibilmente indeciso su chi puntare, su cosa è rivoluzionario o no, su come i proletari del calcio dovrebbero essere, ti invita a rifletter ad ogni pagina e ad ogni storia.Best o Cantona.

Io ho scelto Ali Dia.

Come è un libro che induce una riflessione tra catenaccio e calcio totale, tra individualismo e collettivismo e tra la sussunzione che si deduce in epoche recenti.

E tu che fai? Vedi Mondrian e apprezzi Lobanosky.

Libro potente, assolutamente consigliato.

Associazione Sportiva Dilettantistica Atletico San Lorenzo
Codice fiscale: 97762340582 - Codice Registro Coni: 232830 - 215015
Cookie Policy - Privacy PolicyServizi Web Marketing